Il Tight

L’Eccellenza Degli Abiti Da Cerimonia Uomo: Il Tight

Il Tight è un capo storico, nacque nel XIX secolo in Inghilterra, quando i fantini della corte britannica lo utilizzavano come abito ufficiale ed era un indumento utilizzato dai cavalieri per montare a cavallo. Questo perché la giacca è aperta dietro e quindi è più comoda per montare in sella. Il suo uso durante la caccia dei cavalieri inglesi lo convertì in uno dei modelli più eleganti per l’uomo e iniziarono ad utilizzarlo anche durante le cerimonie o i ricevimenti ufficiali.

Abiti da cerimonia uomo

Il tight, oggigiorno, si utilizza per matrimoni rigorosamente di mattina, celebrati in chiesa da famiglie con un tenore di vita medio alto dal gusto tradizionale. Alcune famiglie borghesi e i nuovi ricchi, cercano di improvvisare un matrimonio con tight senza conoscere la cultura dell’eleganza e del gusto sartoriale. Buona parte di queste persone non conoscono il “protocollo” e senza alcuno scrupolo noleggiano un tight, già usato chissà quante volte, e … “Viva gli sposi!”.

Pensano che non si nota, però si sbagliano, perché si nota subito quando si vuole essere ciò che in realtà non si è, perché si dimostra l’effetto contrario, un “voglio ma non posso”, e solo Dio può perdonare uno sposo mal vestito.

L’eleganza è qualcosa di sacro e, per questo, o si rispetta o è meglio comprare un abito di 150 €, magari anche importato. Sarai più dignitoso o quantomeno l’abito sarà tuo e potrai usarlo liberamente. Io, sinceramente, consiglio di non imitare questi comportamenti né di indossare un modello di abito forzatamente, quello del tuo matrimonio è un giorno indimenticabile, e non puoi iniziare la storia della tua nuova vita con un abito affittato; le foto rimarranno per sempre, e quando andrai a riguardarle ti pentirai di non averti fatto realizzare un tight su misura. Alla fine la differenza del costo non ti cambierà la vita, stiamo parlando di 500 o 600 € in più, messo a confronto con i 10.000 o 20.000 € che si spendono per un matrimonio.

Se scegli lo stile del tight classico, devi tener presente che il protocollo condiziona anche i familiari più stretti e gli amici intimi, i quali ti dovranno accompagnare vestiti a loro volta con un tight. Solo in questo caso potrebbe essere giustificato l’affitto di un tight, perché chi accompagna non è il protagonista principale.

Comunque anche in questo caso non sarebbe male avere nell’armadio un bel tight oppure uno smoking da utilizzare per le occasioni da protocollo. Il costo sarebbe ammortizzato già alle prime tre occasioni.

Tight Classico

Se, al contrario, ti è piaciuto molto il modello “morning dress” monocolore, gli invitati e la famiglia sono liberi di indossare un tight o un abito dal gusto sartoriale. Questo tipo di tight è ispirato alle epoche di fine secolo.

Abiti da cerimonia uomo

La scelta del tessuto è fondamentale per il tuo matrimonio, perché solo al tatto si soppesa la qualità degli abiti da cerimonia uomo, e la mano deve essere leggera e setosa. Per stare comodo io consiglio:

Nelle cerimonie di autunno – inverno: un peso non superiore ai 380 gr/m2 e un minimo di 280 gr/m2;

Nelle cerimonie di primavera – estate: un fresco lana o tessuti simili per la loro leggerezza, 280 gr/m2 che vanno bene per tutte le stagioni.

Il colore per eccellenza per il tight classico è il nero, ma si ammette anche l’utilizzo del grigio o del blu notte; bisogna però ricordare che le linee classiche non si trasgrediscono cercando di fare moda, perché il tight nasce come modello classico e non c’è bisogno che venga reinventato, basterà aggiungere un tocco di colore.

Abito da cerimonia

Nel caso dello stile monocolore, i colori possono essere il nero, il blu, il grigio scuro, medio e chiaro, disegni Fil a Fil, spiga, millerighe o diplomatico con righe di 10 mm poco pronunciate.

Abiti da cerimonia uomo

Il gilet è molto importante per la cerimonia, permette di portare la giacca aperta e muoversi più confortevolmente. Ci sono varie opzioni: il classico diplomatico ad esempio, è nero con profili bianchi.

Gilet diplomatico

Se si vuole dare un tocco di colore senza uscire fuori dai canoni, si può ricorrere al grigio perla o al bianco perlaceo, che sono due colori adatti alla cerimonia.

Abiti da cerimonia uomo

Se si vuole aggiungere un tocco British di colore, si può giocare con il rosso scuro, il verde prato inglese, viola, azzurro, beige ecc;

abito sposo

Se si vuole un tocco di nobiltà, si può usare un jacquard barocco in pura seta.

Abito da sposo

Un altro abbinamento molto elegante, è la giacca nera con gilet e pantalone “pied-poule”, bianco-nero o anche un “Principe di Galles”.

abito sposo

La camicia può essere in cotone “doppio ritorto”, satin liscio da gala, fino Oxford o micro disegni e, se si vuole evitare la stiratura, un misto cotone satinato; il polsino preferibilmente doppio per gemelli e il collo classico. Si può anche mettere a contrasto il collo bianco con la camicia celeste o rosa, per dare un tocco di colore. Il collo wing o smoking, si può utilizzare con il tight diplomatico, però solo se abbinato al plastron e ad uno spillone con perla o cameo corallo.

Camicia per abito sposo

La cravatta, sempre per il tight classico, ad eccezione del plastron, sarà larga 8.5 cm. Se il tight è informale stile monocolore, si potrà abbinare la cravatta o ascot in una moltitudine di colori: blu e nero con micro disegni bianchi, disegni geometrici, micro disegni azzurri, grigi, rossi, fucsia, viola, verdi, perlacei, oro o celesti, anche se i più classici sono il grigio perla e l’avorio. Sono molto eleganti anche le cravatte con righe nere su fondo chiaro. In tutti i casi l’importante è evitare l’abbinamento della cravatta con la camicia con collo wing o smoking.

Cravatte per abito sposo

Le bretelle sono consigliate, soprattutto se si ha un po’ di pancia, perché mantengono sempre il pantalone dritto ed evitano le pieghe brutte che si formano sulla scarpa.

A proposito di scarpe, il modello più appropriato per il tight diplomatico è il classico Oxford, in cuoio nero brillante, con lacci e 6 buchi; la suola in cuoio va graffiata per evitare scivolamenti. Non consiglio mai una suola di gomma, perché non traspira. Elegante sarebbe una scarpa con tacco per metà di cuoio e per metà di gomma, ma con la suola interamente in cuoio. Questa è l’eccellenza nel modo di vestire elegante e del più puro stile Gentleman.

Scarpe per abito sposo

Se il tight è modello monocolore con qualche tipo di disegno, la scarpa più adeguata è il modello Derby, sempre con le stesse caratteristiche qualitative del modello Oxford. Con questo tipo di tight più moderno, si può usare anche il marrone “testa di moro”, che darà un tocco di colore senza rovinare il gusto classico.

Non è necessario indossare anche il cilindro e i guanti, è una tradizione molto inglese, in quanto il tight è l’uniforme per assistere alle corse dei cavalli e in campagna fa freddo e piove. La tradizione del cilindro predomina nella cultura inglese, difatti un inglese non si dimenticherà mai del cappello, dei guanti o del famoso ombrello, che sono sempre accessori molto eleganti.

Abito da sposo

Nel caso in cui tu voglia indossare il cilindro, devi toglierlo prima di entrare in chiesa e mentre saluti una signora; per tutto il resto del tempo puoi indossarlo, perché se lo devi comprare per tenerlo in mano, tanto vale non comprarlo.

Un altro dettaglio molto importante da tenere in mente, sono il luogo e l’orario durante il quali si celebrerà la cerimonia e il ricevimento. Come ho già precedentemente commentato, il tight è uno degli abiti da cerimonia uomo esclusivo per cerimonie di mattina, celebrate in chiese dallo stile barocco o gotico e se la famiglia è di tradizioni classiche, il tight va indossato anche dal padre, dai fratelli e dagli amici più intimi. Se dopo la cerimonia il banchetto si prolungherà con balli durante la notte tipo cocktail party, sarebbe opportuno fare un cambio d’abito e mettersi qualcosa di più appropriato alla sera, come un abito scuro o uno smoking con fascia e papillon da annodare.

Abiti da cerimonia uomo

 

Questo post è disponibile anche in: Inglese, Spagnolo

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Captha *