Archivi categoria: Gentleman

Collezione Gentleman per l’uomo classico

Anteprima collezione Gentleman 2017

Le mie proposte per gli sposi, i testimoni e gli invitati delle Collezioni 2017 saranno basate principalmente sull’eccellenza dei tessuti, sulla sartoria tradizionale con tocchi di colore nelle sue coordinazioni , nella ricchezza della pura seta e nella delicatezza della pura lana.

Le linee proposte nella Collezione Gentleman sono moderatamente slim, senza perdere la rigorosa eleganza di un abito su misura, con spalle leggermente più strette e giromanica ampi. Rever con punte arrotondate, leggermente più larghi e fianchetti più stretti per evidenziare le forme dei corpi atletici. Ovviamente, per gli uomini dalla corporatura meno atletica, ci sono i modelli chiamati “Conformato Drop 5” che sono tagliati proprio per non perdere la bellezza delle linee.

I colori che propongo per l’etichetta rossa “Gentleman” sono: il nero come colore stella principale, il blu declinato nelle sue 3 varianti di blu royal, blu marino e blu elettrico ed i vari grigi come il grigio antracite, il grigio canna di fucile, il grigio medio ed il grigio perla. Questi colori sono adatti a matrimoni in giardino o matrimoni civili dal taglio classico senza troppi compromessi dati dal protocollo.

Sono abiti eleganti utili anche ad un uso quotidiano dopo la cerimonia. In questa collezione è possibile realizzare 4 configurazioni morfologiche diverse: supertaglia, atletico, regolare e conformato. All’interno di queste configurazioni ci sono 3 sottocategorie: alto, regolare e basso.

Per offrire ai nostri preziosi clienti questo complesso ed eccellente servizio possiamo contare su una rete di clienti rivenditori in Europa e sul nostro servizio diretto di vendita online.

Carissimi clienti, amici e seguaci, oggi abbiamo parlato solo di un argomento: l’eccellenza dell’eleganza e le buone maniere della nobile sartoria, ma continuerò… a presto!

Mario Moreno Moyano

gentleman

sposo gentleman

 

 

 

 

 

 

http://www.ottavionuccio.com/it/collezione/gentleman/2016

 

 

 

 

seta

 

Sartoria artigianale personalizzata

Provare addosso un abito su misura d’eccellenza realizzato per un evento importante è una sensazione unica. Ti sentirai come un vero protagonista dell’opera e vivrai con illusione il momento della prova finale. Parteciperai in modo diverso al coordinamento dell’abito per un giorno così speciale.

La collezione “Gentleman” è realizzata con le migliori finiture ed i tessuti più eccellenti come la lana seta, lana mohair, alpa, satèn di lana, lana Tasmania, lana extra fine, 100% cotone, lino e tessuti “New Performance”.
I nostri accessori sono d’eccellenza per natura, realizzati in jacquard di pura seta dalla città di Como, la culla della sede mondiale del “Made in Italy”.

 

By Mario Moreno Moyano, anima creativa di Ottavio Nuccio Gala.

 

 

 

abiti da sposo

abito da sposo

abiti da cerimonia uomo

 

Abito Classico

Per una cerimonia civile di giorno, di gusto classico e tradizionale, l’abito classico dal taglio sartoriale sarebbe il più appropriato. In questo caso potremmo optare per un abito tre pezzi, quindi gilet con lo stesso tessuto della giacca, abbinando una cravatta in pura seta jacquard. Altra soluzione, per dare un tocco di nobiltà, scegliere un gilet in pura seta jacquard di micro disegni abbinando una cravatta in tinta unita al tono.

Abiti da sposo uomo

Caratteristiche Del Modello e Tessuti Degli Abiti Da Sposo Uomo Classici:

Modello con due spacchi, a uno o due bottoni, un taglio stilizzato al punto giusto senza esagerare, per un abito sartoriale che caratterizza al vero Gentleman.

La scelta del tessuto deve essere condizionata dal modello di abito che si andrà a comprare e anche dal momento in cui si celebrerà la cerimonia:

Per cerimonie celebrate in autunno-inverno gli abiti da sposo uomo avranno tessuti di peso massimo 389 gr e minimo 280 gr:

Satin Lana Super 120’S con 389 gr. di peso, nei colori del nero, grigio antracite e blu notte.

Abito da cerimonia

 Fil a Fil Lana 100% Super 140’S nei colori del grigio scuro, medio e chiaro, blu avio e notte.

Abiti da sposo uomo

Fil a Fil Misto Lana-Seta nei colori del grigio scuro, medio e chiaro e blu avio.

abito da sposo 3 pezzi

Fil a Fil Misto Lana con mano seta nei colori del grigio scuro, chiaro e blu avio e notte.Abito da sposo

Lana Mohair “Alpaca” nei colori del grigio scuro, medio e chiaro, blu avio e notte.abito da sposo 3 pezzi

Per cerimonie celebrate in primavera-estate devono essere utilizzati tessuti più leggeri con peso massimo 280 gr. e tessuti chiamati da “camiceria” da 150 gr.:

Fresco Lana Super 100’S con 280 gr. di peso, nei colori del nero, blu marino e grigio antracite.Abiti da sposo uomo

Fil a Fil Misto Lana-Seta 35% nei colori del grigio scuro, medio e chiaro e blu avio.abito sposo

 

Cotone 100% bianco, beige o celeste. Abito da sposo

Shantung di Seta bianco, beige o marrone. abito da sposo 3 pezzi

Lino 100% colore avorio o celeste. Abito da sposo

Alcuni tessuti, per il loro peso intermedio (280 gr.), sono appropriati per tutte le stagioni e per un uso quotidiano anche dopo la cerimonia; per esempio, una spiga, un grigio antracite, delle righe poco marcate o un millerighe classico.

abito da sposo 3 pezzi

Accessori appropriati per abiti da sposo uomo:

Bisogna prestare molta attenzione a tutti i dettagli nel momento in cui si andranno ad abbinare gli accessori, che devono essere classici e di eccellente qualità.

La camicia può essere di cotone “doppio ritorto”, lino satin gala, fino Oxford o con micro disegni; se si vuole evitare la stiratura, un misto cotone satinato. L’abbottonatura nascosta o a vista, il polsino preferibilmente doppio per gemelli e il collo classico, francese o italiano non importa, a seconda del gusto personale. Si può anche mettere a contrasto il collo bianco con la camicia celeste, rosa, per dare un tocco di colore.

Camicia per abito sposo

Il gilet in jacquard di pura seta, shantung o raso, modello a 5 bottoni in madre perla o foderati, nei toni del grigio chiaro o dei bianchi perlacei.

Gilet per abito sposoGilet per abito sposo

Nel caso in cui ci siano dei disegni, essi devono essere geometrici piccoli o disegni da cravatte, jacquard dal gusto inglese nei toni del rosso, viola, verde o blu.

La cravatta, con fazzoletto, può essere liscia a tono in raso o satin di seta per i jacquard.

Nei micro disegni, possiamo giocare con un monocolore o il tutto abbinato con lo stesso disegno.

L’importante è mettere in conto che con questo tipo di abito classico non si deve mai indossare un cravattone, ma sempre una cravatta larga dai 6.5 agli 8.5 cm.

Cravatte per abito sposo

Il fiore all’occhiello non deve essere per forza uguale al bouquet della sposa, nel caso in cui il bouquet sia esagerato o non vada bene con il colore dell’abito. La cosa più giusta, se possibile, sarebbe una camelia o una rosa bianca piccola senza foglie verdi o un piccolo ramo di fiori di gelsomino.

Le scarpe devono essere sempre in pelle, nero lucido e suola in cuoio. Un consiglio per evitare qualsiasi tipo di scivolamento è quello di graffiare le suole prima del loro utilizzo.

Scarpe per abito sposo

I calzini sempre lunghi, mai mettere un calzino corto perché non è elegante, e deve essere in seta o in filo di Scozia.

La cintura e le bretelle sono entrambi adeguati, ma se non sei abituato ad indossare delle bretelle è preferibile la cintura. In ogni caso, io consiglio l’uso delle bretelle per evitare che il pantalone cada.

 

 

Il Tight

L’Eccellenza Degli Abiti Da Cerimonia Uomo: Il Tight

Il Tight è un capo storico, nacque nel XIX secolo in Inghilterra, quando i fantini della corte britannica lo utilizzavano come abito ufficiale ed era un indumento utilizzato dai cavalieri per montare a cavallo. Questo perché la giacca è aperta dietro e quindi è più comoda per montare in sella. Il suo uso durante la caccia dei cavalieri inglesi lo convertì in uno dei modelli più eleganti per l’uomo e iniziarono ad utilizzarlo anche durante le cerimonie o i ricevimenti ufficiali.

Abiti da cerimonia uomo

Il tight, oggigiorno, si utilizza per matrimoni rigorosamente di mattina, celebrati in chiesa da famiglie con un tenore di vita medio alto dal gusto tradizionale. Alcune famiglie borghesi e i nuovi ricchi, cercano di improvvisare un matrimonio con tight senza conoscere la cultura dell’eleganza e del gusto sartoriale. Buona parte di queste persone non conoscono il “protocollo” e senza alcuno scrupolo noleggiano un tight, già usato chissà quante volte, e … “Viva gli sposi!”.

Pensano che non si nota, però si sbagliano, perché si nota subito quando si vuole essere ciò che in realtà non si è, perché si dimostra l’effetto contrario, un “voglio ma non posso”, e solo Dio può perdonare uno sposo mal vestito.

L’eleganza è qualcosa di sacro e, per questo, o si rispetta o è meglio comprare un abito di 150 €, magari anche importato. Sarai più dignitoso o quantomeno l’abito sarà tuo e potrai usarlo liberamente. Io, sinceramente, consiglio di non imitare questi comportamenti né di indossare un modello di abito forzatamente, quello del tuo matrimonio è un giorno indimenticabile, e non puoi iniziare la storia della tua nuova vita con un abito affittato; le foto rimarranno per sempre, e quando andrai a riguardarle ti pentirai di non averti fatto realizzare un tight su misura. Alla fine la differenza del costo non ti cambierà la vita, stiamo parlando di 500 o 600 € in più, messo a confronto con i 10.000 o 20.000 € che si spendono per un matrimonio.

Se scegli lo stile del tight classico, devi tener presente che il protocollo condiziona anche i familiari più stretti e gli amici intimi, i quali ti dovranno accompagnare vestiti a loro volta con un tight. Solo in questo caso potrebbe essere giustificato l’affitto di un tight, perché chi accompagna non è il protagonista principale.

Comunque anche in questo caso non sarebbe male avere nell’armadio un bel tight oppure uno smoking da utilizzare per le occasioni da protocollo. Il costo sarebbe ammortizzato già alle prime tre occasioni.

Tight Classico

Se, al contrario, ti è piaciuto molto il modello “morning dress” monocolore, gli invitati e la famiglia sono liberi di indossare un tight o un abito dal gusto sartoriale. Questo tipo di tight è ispirato alle epoche di fine secolo.

Abiti da cerimonia uomo

La scelta del tessuto è fondamentale per il tuo matrimonio, perché solo al tatto si soppesa la qualità degli abiti da cerimonia uomo, e la mano deve essere leggera e setosa. Per stare comodo io consiglio:

Nelle cerimonie di autunno – inverno: un peso non superiore ai 380 gr/m2 e un minimo di 280 gr/m2;

Nelle cerimonie di primavera – estate: un fresco lana o tessuti simili per la loro leggerezza, 280 gr/m2 che vanno bene per tutte le stagioni.

Il colore per eccellenza per il tight classico è il nero, ma si ammette anche l’utilizzo del grigio o del blu notte; bisogna però ricordare che le linee classiche non si trasgrediscono cercando di fare moda, perché il tight nasce come modello classico e non c’è bisogno che venga reinventato, basterà aggiungere un tocco di colore.

Abito da cerimonia

Nel caso dello stile monocolore, i colori possono essere il nero, il blu, il grigio scuro, medio e chiaro, disegni Fil a Fil, spiga, millerighe o diplomatico con righe di 10 mm poco pronunciate.

Abiti da cerimonia uomo

Il gilet è molto importante per la cerimonia, permette di portare la giacca aperta e muoversi più confortevolmente. Ci sono varie opzioni: il classico diplomatico ad esempio, è nero con profili bianchi.

Gilet diplomatico

Se si vuole dare un tocco di colore senza uscire fuori dai canoni, si può ricorrere al grigio perla o al bianco perlaceo, che sono due colori adatti alla cerimonia.

Abiti da cerimonia uomo

Se si vuole aggiungere un tocco British di colore, si può giocare con il rosso scuro, il verde prato inglese, viola, azzurro, beige ecc;

abito sposo

Se si vuole un tocco di nobiltà, si può usare un jacquard barocco in pura seta.

Abito da sposo

Un altro abbinamento molto elegante, è la giacca nera con gilet e pantalone “pied-poule”, bianco-nero o anche un “Principe di Galles”.

abito sposo

La camicia può essere in cotone “doppio ritorto”, satin liscio da gala, fino Oxford o micro disegni e, se si vuole evitare la stiratura, un misto cotone satinato; il polsino preferibilmente doppio per gemelli e il collo classico. Si può anche mettere a contrasto il collo bianco con la camicia celeste o rosa, per dare un tocco di colore. Il collo wing o smoking, si può utilizzare con il tight diplomatico, però solo se abbinato al plastron e ad uno spillone con perla o cameo corallo.

Camicia per abito sposo

La cravatta, sempre per il tight classico, ad eccezione del plastron, sarà larga 8.5 cm. Se il tight è informale stile monocolore, si potrà abbinare la cravatta o ascot in una moltitudine di colori: blu e nero con micro disegni bianchi, disegni geometrici, micro disegni azzurri, grigi, rossi, fucsia, viola, verdi, perlacei, oro o celesti, anche se i più classici sono il grigio perla e l’avorio. Sono molto eleganti anche le cravatte con righe nere su fondo chiaro. In tutti i casi l’importante è evitare l’abbinamento della cravatta con la camicia con collo wing o smoking.

Cravatte per abito sposo

Le bretelle sono consigliate, soprattutto se si ha un po’ di pancia, perché mantengono sempre il pantalone dritto ed evitano le pieghe brutte che si formano sulla scarpa.

A proposito di scarpe, il modello più appropriato per il tight diplomatico è il classico Oxford, in cuoio nero brillante, con lacci e 6 buchi; la suola in cuoio va graffiata per evitare scivolamenti. Non consiglio mai una suola di gomma, perché non traspira. Elegante sarebbe una scarpa con tacco per metà di cuoio e per metà di gomma, ma con la suola interamente in cuoio. Questa è l’eccellenza nel modo di vestire elegante e del più puro stile Gentleman.

Scarpe per abito sposo

Se il tight è modello monocolore con qualche tipo di disegno, la scarpa più adeguata è il modello Derby, sempre con le stesse caratteristiche qualitative del modello Oxford. Con questo tipo di tight più moderno, si può usare anche il marrone “testa di moro”, che darà un tocco di colore senza rovinare il gusto classico.

Non è necessario indossare anche il cilindro e i guanti, è una tradizione molto inglese, in quanto il tight è l’uniforme per assistere alle corse dei cavalli e in campagna fa freddo e piove. La tradizione del cilindro predomina nella cultura inglese, difatti un inglese non si dimenticherà mai del cappello, dei guanti o del famoso ombrello, che sono sempre accessori molto eleganti.

Abito da sposo

Nel caso in cui tu voglia indossare il cilindro, devi toglierlo prima di entrare in chiesa e mentre saluti una signora; per tutto il resto del tempo puoi indossarlo, perché se lo devi comprare per tenerlo in mano, tanto vale non comprarlo.

Un altro dettaglio molto importante da tenere in mente, sono il luogo e l’orario durante il quali si celebrerà la cerimonia e il ricevimento. Come ho già precedentemente commentato, il tight è uno degli abiti da cerimonia uomo esclusivo per cerimonie di mattina, celebrate in chiese dallo stile barocco o gotico e se la famiglia è di tradizioni classiche, il tight va indossato anche dal padre, dai fratelli e dagli amici più intimi. Se dopo la cerimonia il banchetto si prolungherà con balli durante la notte tipo cocktail party, sarebbe opportuno fare un cambio d’abito e mettersi qualcosa di più appropriato alla sera, come un abito scuro o uno smoking con fascia e papillon da annodare.

Abiti da cerimonia uomo

 

Il vero significato dell’eleganza

Elenganza negli abiti da sposo uomo

Molto spesso leggiamo e seguiamo con interesse diversi blog e riviste di moda uomo e notiamo che spesso si fa confusione tra ciò che è corretto e “ciò che va di moda” e tra il vestirsi adeguatamente e “coprirsi”. Sono ormai trascorsi gli anni in cui l’esistenza di regole non scritte stabilivano quando ci si vestiva correttamente e quando no. A tal proposito, ci chiediamo:

Qual’è il significato vero dell’eleganza e per quale motivo sono pochi gli uomini che lo hanno presente nella vita di tutti i giorni?

In verità, trovare il vero significato della parola eleganza, soprattutto nei nostri tempi, non è affatto semplice. L’aggettivo elegante equivale a garbo e classe, nobiltà e semplicità, buon gusto e distinzione, ma sembra che gli uomini d’oggi non hanno nessuna conoscenza su come vestirsi per un’occasione formale e conoscono solo quella informale.

Questo ci fa pensare che precedentemente quello che rappresentava per i nostri padri e i nostri nonni il vestirsi con un buon abito su misura, una camicia con il colletto inamidato e una bella cravatta, al giorno d’oggi, si sta perdendo e che la maggioranza degli uomini d’oggi lo fanno solo per coprirsi ma non per vestirsi.

In altre occasioni abbiamo parlato dell’importanza sull’accuratezza della propria immagine, per questo motivo oggi insistiamo a riprendere e recuperare i valori del buon gusto e del ben vestire. Sapere come vestirsi in ogni momento e in ogni occasione ha più importanza di quanto si pensi.

Spesso vediamo sul “red carpet” nei festival ed eventi più importanti al mondo, sia nello spettacolo come nel cinema o la musica, gli uomini si vestono in modo inappropriato e completamente fuori luogo. Nessuno presta attenzione all’eleganza, in una notte tanto glamour, è imprescindibile indossare un perfetto smoking con papillon e fascia, se si vuole dare un tocco di stravaganza che parta sempre dalla personalità e non dalla disconoscenza

È chiaro che per riuscire ad indossare in modo impeccabile uno smoking o uno degli abiti da sposo uomo, è necessario esercitarsi sull’eleganza seguendo alcune regole imprescindibili, dove non tutto è valido.

Si può essere coraggiosi e trasgredire le norme, mai però cadere nel ridicolo. Tuttavia siamo passati dallo stile inglese tradizionale, che si contraddistingue per gusto e stato sociale, verso uno stile “trendy” quasi assurdo, dove tutto è concesso, anche la stravaganza.

Vestirsi in modo adeguato richiede tempo, non si può indossare la prima cosa che capita, ad occhi chiusi. Si tratta invece di sapersi vestire in modo tale da non risultare ridicoli, componendo abbinamenti che risultino adeguati all’evento al quale siamo invitati a partecipare.

Si vede quando un uomo è ben vestito. Sarebbe giusto dargli importanza, proprio per aver prestato una certa attenzione nella scelta del giusto abbinamento e nella cura di particolari dettagli. Sono in molti a credere che comprando un abito di un noto marchio significhi acquistare un abito elegante.

Il buon gusto non ha nulla a che vedere con la cifra spesa per un determinato abito, ma dal giusto equilibrio interiore ed esteriore, e proprio per questo vestire con un abito firmato non significa essere elegante e ben vestito, a prescindere.

Non risulta pertanto corretto l’esempio dato da alcuni uomini, dall’atteggiamento un pò “snob”, nell’essere così sicuri di essere al di sopra delle regole del giusto vestire e del buon comportamento, pur vestendo in qualsiasi modo, giustificati dal fatto che stiano indossando un abito firmato o dal voler esprimere “la propria ribellione” o dalla voglia di essere “trasgressivi” rispetto alla gente comune.

E’ molto più affascinante, e degno di ammirazione trovare un uomo di impeccabile eleganza e con uno stile ben curato, che cammini tranquillamente per strada, piuttosto che seguire e ammirare un uomo che sfila sulle migliori passerelle, dando quell’idea certa di presentare un qualcosa di esclusivo ed innovativo, ma che forse così non è.

Nel momento in cui bisogna decidere come vestirsi è importante, quindi, tener conto dell’evento al quale si partecipa, che sia un matrimonio o un evento speciale come una serata di gala o un’importante riunione aziendale, e cosa cercare in particolare.

Non è senz’altro accettabile il fatto che per un matrimonio gli invitati indossino jeans e maglietta e nessuno può giustificare l’andar vestiti “a proprio piacimento”, soprattutto, se gli sposi, hanno chiaramente citato sull’invito uno specifico “dress code” (letteralmente, dall’inglese, “un codice d’abbigliamento”, un determinato stile da seguire), risulterebbe uno sgarbo nei loro confronti.

Nessuno dovrebbe recarsi in un posto dove le regole che vigono non sono in linea con i propri principi e di conseguenza se non si è in grado di accettarli. E’ preferibile, in tal caso, non accettare l’invito. Vestirsi secondo i propri gusti, magari in modo estroso e inadatto, per il semplice fatto di far parlare di sé, risulterebbe di poco gusto.

Naturalmente bisogna anche prendersi cura della propria igiene personale, della propria pettinatura, del proprio viso, ben deterso e sbarbato, con mani curate e unghie pulite e tagliate, scarpe accuratamente lucidate, scegliendo un buon profumo, non troppo forte. Il tutto, quindi, curato nei minimi dettagli con la stessa attenzione con la quale si è scelto il proprio abbigliamento.

Infine una delle caratteristiche dell’eleganza è proprio la discrezione e il buon gusto sia nel modo di vestire sia nel proprio portamento.

Ottavio Nuccio Gala, con le sue collezioni Gentleman e Black Tie, punta su uno stile elegante con abiti da sposo uomo e smoking di lusso realizzati con tessuti di alta qualità, offrendo al cliente un servizio di eccellenza personalizzato con professionisti che sapranno dar consigli sui valori e le regole del ben vestire adeguato al momento e al luogo.

Proposta abito classico della Collezione Ottavio Nuccio Gala Gentleman

Abiti da sposo uomo
Abito grigio in pura lana satin extra