Abito sposo e Protocollo nuziale: testimoni e padre dello sposo

Importanza di un abito sposo e il protocollo nuziale

I matrimoni, come non può essere altrimenti, sono pieni di simboli, tradizioni e devono rispettare un protocollo. Le usanze sono le più varie: alcuni accorgimenti sugli abiti degli sposi, come entrare in chiesa, i colori da non indossare ecc. Una delle tradizioni fondamentali è la nomina del padrino, un ruolo molto importante durante la cerimonia. 

Il ruolo del padrino non è circoscritto solamente al giorno della celebrazione, ma deve dimostrarsi sempre disponibile per aiutare gli sposi durante tutto il processo di organizzazione e sviluppo del matrimonio. Oltre ad un aiuto pratico, deve sempre dare il suo appoggio alla coppia di novelli sposi.

IL PADRINO: RESPONSABILITA’ E FUNZIONI

Ovviamente, questo diritto spetta al padre della sposa, che la accompagna fino all’altare e la consegna allo sposo. Si tratta, ovviamente, di una consegna figurata: il padre della sposa accetta di non essere più colui che sarà sempre pronto a difenderla e accetta che sia lo sposo ad avere quel ruolo d’ora in poi. Se per qualsiasi motivo il padre della sposa non può essere presente, un altro membro della famiglia può sostituirlo.

Il padrino o Main Grossman deve assumersi la responsabilità di portare la sposa in chiesa in orario, accompagnarla sottobraccio fino all’altare, consegnarla allo sposo, custodire gli anelli che porteranno i paggetti o le damigelle e, al termine del rito religioso, è colui che offre alla madre della sposa di accompagnarla sottobraccio attraversando insieme la navata della chiesa.

Secondo la tradizione, prima che inizi il banchetto, il padrino deve fare il primo brindisi e pronunciare un piccolo discorso preventivamente elaborato, per rompere il ghiaccio ed instaurare un clima allegro e festoso.

Il padrino deve garantire che si mantenga una bella atmosfera durante tutto il ricevimento, intavolare discorsi con gli invitati di modo che tutti si sentano i benvenuti e a proprio agio; questo compito può essere assolto facendo piccoli gesti come, ad esempio, offrire sigarette o sigari, aiutato dai testimoni dello sposo e della sposa.

Abito sposo

I TESTIMONI DELLO SPOSO

In molti paesi, c’è la tradizione di scegliere i cavalieri d’onore o testimoni dello sposo, una abitudine che proviene dalla tradizione di aiutare lo sposo nel rapimento della fidanzata per sposarsi con lei.

Nell’antichità, era solito il rapimento o sequestro delle donne di altre tribù che provocava frequenti lotte, e per questo il futuro sposo aveva bisogno di protezione.

Dopo la caduta dell’Impero Romano, l’abitudine di firmare un atto per legalizzare il matrimonio stava via via scomparendo e quindi nacque la necessità di avere dei testimoni che potessero confermare la presenza dell’unione. I cavalieri d’onore si impegnarono quindi a testimoniare l’avvenuto matrimonio e si convertirono in Groomsmen (USA), Usher (UK) o testimoni dello sposo (Italia).

I testimoni o groomsmen hanno le stesse responsabilità e funzioni delle damigelle d’onore della sposa, e devono essere in un numero uguale per ogni parte.

Di solito sono i fratelli, i familiari o gli amici intimi dello sposo che lo aiutano nell’organizzazione e partecipano all’addio al celibato. Questo ruolo si estende dal giorno della loro nomina fino a quello della cerimonia, quindi per quei mesi è come se diventassero vere e proprie guardie del corpo e protettori dello sposo. Nel giorno del matrimonio hanno il compito di far accomodare gli invitati in chiesa e di dar loro attenzioni durante il ricevimento. Come precedentemente detto, aiutano anche il padrino distribuendo piccoli regali.

Lo sposo può nominare un Testimone d’onore (in inglese, Best man) che si deve comportare come un vero e proprio organizzatore della cerimonia e assistente personale dello sposo, così come farà la damigella d’onore della sposa.

Abito sposo

Padrino e testimoni: vestirsi in sintonia con l’abito sposo

L’abbigliamento del padrino, del padre dello sposo, dei fratelli e degli amici testimoni deve essere in linea con lo stile di un abito sposo, che a sua volta deve coordinarsi al tipo di abito della sposa (colei che detta lo schema generale del matrimonio per tutto il tempo).

Quindi, per esempio, se l’abito della sposa è formale, elegante e raffinato così devono essere l’abito dello sposo, quelli dei papà degli sposi e dei testimoni che faranno il corteo nuziale.

A partire dallo stile dell’abito dello sposo, padrino e testimoni dovranno adeguarsi seguendo alcune regole:

– Se lo sposo indossa un tight (giorno) o un frac (sera): tutti gli invitati precedentemente citati dovranno vestirsi, rispettivamente, con un tight o un frac.

– Se lo sposo indossa un mezzo tight (giorno) o uno smoking (sera): anche in questo caso bisognerà seguire il dress code e vestire allo stesso modo dello sposo.

– Per le restanti opzioni e/o salvo indicazioni specifiche, tanto i testimoni e i padrini quanto gli altri invitati hanno libertà di scelta dell’abito.

La regola d’oro è che tanto il padrino quanto i testimoni dello sposo debbano essere eleganti come lo sposo e avere il boutonier (fiore all’occhiello) e il fazzoletto nel taschino della giacca per differenziarsi dal resto degli invitati e dare una certa uniformità alla parte maschile del corteo nuziale.

Hanno il privilegio di poter scegliere accessori diversi, ovviamente che siano abbinati al colore della cravatta o del fazzoletto, ma senza dimenticarsi di seguire le regole disposte dagli sposi.

Abito sposo

LE DAMIGELLE D’ONORE

Un piccolo cenno anche per le protagoniste femminili del corteo nuziale: le damigelle della sposa. Così come i testimoni dello sposo, anche le damigelle devono assistere la sposa sia nella preparazione del matrimonio, che durante il giorno della cerimonia e nel ricevimento.

Iniziano ad assolvere i loro doveri accompagnando la sposa nei vari atelier, consigliandola nella scelta dell’abito, festeggiando con lei il suo addio al nubilato ed evitando che si stressi troppo nell’organizzazione.

Il giorno della cerimonia, devono assistere la sposa sin dalla mattina. Le damigelle hanno il compito di accompagnare la sposa dalla parrucchiera, aiutarla a indossare l’abito, sistemare lo strascico prima che entri in chiesa e portare sempre in borsetta tutto il necessario, dal trucco agli accessori per capelli.

Durante il ricevimento, svolgono per gran parte le stesse funzioni che hanno i testimoni dello sposo, intrattenendo gli invitati e mantenendo sempre un clima gioioso.

Queste sono le figure più importanti che affiancheranno gli sposi nel loro giorno speciale, e come tali devono attenersi a tutte le richieste espresse dalla coppia. Non seguire il dress code suggerito dagli sposi significa non esaudire i loro desideri e, in questo modo, si rischia di rovinare un giorno felice nel quale gli sposi devono essere i protagonisti.

Questo post è disponibile anche in: Inglese, Spagnolo

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Captha *